America in streaming su Repubblica

A-LA-PAGE

America, il documentario del regista Alessandro Stevanon realizzato con il supporto della Film Commission Vallée d’Aoste, è uno dei 6 cortometraggi selezionati tra i migliori dal 2013 che saranno visibili gratuitamente in streaming per il Short Film Day – giornata internazionale del cortometraggio.

Il film sarà disponibile sulla piattaforma Nuovo Cinema Repubblica lunedì 21 dicembre alle ore 21:00. L’evento è organizzato da Repubblica.it e MYmovies.it, in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio.

Guardate questi film, leggete le schede tecniche, segnatevi i nomi – dichiara  Jacopo Chessa, direttore del Centro Nazionale del Cortometraggio – sicuramente tra qualche anno li ritroverete a Cannes o a Venezia. Se è vero che il cinema italiano è in crisi, a guardare i corti che vengono realizzati in Italia c’è da ben sperare per il futuro.

Il 21 dicembre è il giorno più corto dell’anno, il solstizio d’inverno. Dal 2011, da un’idea del Centre National de la Cinématographie francese, questa data è diventata la giornata internazionale del cortometraggio. Ad oggi, circa cinquanta Paesi hanno aderito all’iniziativa e, per l’Italia, il Centro Nazionale del Cortometraggio, coordina una folta serie di iniziative in Italia e all’estero e ha realizzato, per i lettori di La Repubblica e MYmovies.it, questo programma di sei cortometraggi italiani contemporanei. Si tratta di una selezione molto eterogenea sia nei generi e sia negli stili. I film sono avvicinabili tra di loro principalmente perché tutti rivelano un forte talento dei registi che li hanno realizzati.

Un appuntamento con il cinema di qualità al quale si può partecipare semplicemente prenotandosi sul sito http://www.mymovies.it/live/nuovocinemarepubblica/shortfilmday/    i posti disponibili sono limitati    e che dà la possibilità di invitare altri amici o crearsene di nuovi.

Visioni Italiane

Visioni Italiane 2015

La ventunesima edizione di Visioni Italiane, il festival indetto dalla Cineteca di Bologna che vuole dare “un palco” ai migliori registi indipendenti, vedrà America di Alessandro Stevanon tra i 12 documentari protagonisti della sezione Visioni Doc.

La kermesse bolognese proporrà un ricco programma di proiezioni ed eventi nella settimana dal 25 febbraio al 1° marzo presso il Cinema Lumière, la sala cinematografica della Cineteca. Visioni Italiane sarà inaugurata con l’omaggio di Mario Sesti a Lucio Dalla, a tre anni dalla scomparsa. Cento film in concorso, tra fiction e documentari: uno sguardo che attraversa l’Italia, dagli autori emiliano-romagnoli ai nuovi italiani, i registi migranti oggi finalmente valorizzati dal Premio Mutti – Archivio delle Memorie Migranti. Un ospite internazionale, figura tra le più significative del cinema contemporaneo, maestro del cinema documentario: Frederick Wiseman, recentemente premiato a Venezia con il Leone alla carriera.

Il programma del festival è composto da diverse sezioni dedicate alla fiction, ai documentari, all’ambiente, al cambiamento del panorama urbano, una sezione di cortometraggi realizzati da autori sardi, e una di corti dedicati all’importanza dell’acqua. A ogni sezione viene assegnato un premio in denaro da parte di diverse giurie formate da registi, sceneggiatori, direttori della fotografia, attori, ma anche da gruppi di studenti coordinati dai loro professori.

Link
Visioni Italiane – Cineteca di Bologna

Ozu Film festival

Ozu Film Festival

America di Alessandro Stevanon nella selezione ufficiale dell’Ozu Film festival.

Prende il via lunedì 17 novembre a Fiorano, Formigine, Modena e Sassuolo la 22a edizione dell’Ozu Film festival, rassegna incentrata sul festival del cortometraggio e altre sezioni tematiche competitive sempre dedicate ai corti.

La manifestazione è organizzata dal circolo culturale Fahrenheit 451 e dall’associazione culturale Amici dell’Ozu in collaborazione con Arci Tilt e il sostegno del Comune di Fiorano, della Fondazione Cassa di risparmio di Modena e della Regione, oltre al patrocinio dell’Università di Modena e dei Comuni di Modena, Formigine e Sassuolo. Per maggiori informazioni visitare il sito: www.ozufilmfestival.com.

Al centro del programma c’è il Festival internazionale del Cortometraggio, con proiezioni dalle 18,30 al cinema Astoria (piazza Menotti 8) a Fiorano, composto dalle sezioni competitive: Ozu 22 dedicata a corti con durata inferiore ai 20 minuti, Ozu 2-Short per i cortometraggi di durata inferiore ai due minuti, Ozu Animation, Ozu Doc, Ozu Tatami Shot in cui i film in gara possono avere una durata compresa fra i 20 e i 40 minuti, e Ozu Kidz riservata a cortometraggi dedicati ai bambini.

(leggi l’articolo completo su ModenaToday.it)

 

Ozu Film Festival

Arcipelago 2.2°

Arcipelago 2.2°

America di Alessandro Stevanon nella selezione ufficiale di ARCIPELAGO – Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini, la più seguita e longeva tra le manifestazioni dedicate ai nuovi linguaggi audiovisivi e ai giovani talenti.

Nuovi linguaggi audiovisivi, giovani talenti, scoperte, sorprese: in poche parole il cinema più nuovo e innovativo, fuori dagli schemi e lontano dai formati tradizionali, torna in mostra ad “Arcipelago Festival internazionale di Cortometraggi e nuove immagini”. La manifestazione, concentrata alla Garbatella e completamente ad ingresso gratuito, si svolgerà da venerdì 7 a martedì 11 novembre in due distinte sedi: il Teatro Palladium e l’Ambra Garbatella a Roma. Concorsi, vetrine, omaggi, personali. Ampio spazio è dedicato ai cortometraggi nazionali con 16 film in competizione, cui si aggiunge un secondo concorso riservato alla web series. Non mancano sezioni competitive anche per la produzione internazionale, che quest’anno presenta una serie di short film provenienti da tutto il mondo dedicati a quattro tematiche: “Metamorfosi e corpi da urlo”; “Femminile (è) singolare”; “Tutto a posto, niente in ordine”; “Geografie fuori luogo”.
(leggi l’articolo completo su Repubblica.it)

Fano International Film Festival

Fano International Film Festival

America nelle selezione ufficiale del Fano International Film Festival in programma dal 23 al 25 ottobre al Teatro della Fortuna di Fano.

Il Fano International Film Festival, cresciuto negli anni in prestigio e interesse nazionale e internazionale, fino a divenire un punto di riferimento imprescindibile per i filmmakers, gli addetti del settore e la stampa specializzata, si propone come significativo e qualificante momento di incontro e confronto per tutto il cinema indipendente d’autore italiano e straniero. Suo scopo precipuo è promuovere la conoscenza e contribuire alla diffusione di film realizzati da giovani registi che sappiano esprimere temi e soggetti delle nuove sensibilità emergenti e rappresentare, nel contempo, momenti innovativi di autentica ricerca linguistica, formale ed artistica. In questo senso il Festival ha operato, in passato, individuando e premiando autori e cinematografie emergenti che hanno raggiunto la fama e il successo grazie anche alla vetrina offerta da questa rassegna.

Il Festival, giunto alla 26ª edizione con circa 10.000 presenze nell’arco della settimana, è promosso ed organizzato dal locale Fotovideocineclub in collaborazione con enti istituzionali pubblici e privati, fra i quali il Comune di Fano, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Regione Marche, il Miur, il Ministero per Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, la Federazione Italiana dei Cineclub, la Mediateca delle Marche, l’Agis e la Fice Marche, con il contributo di privati ed aziende, locali e nazionali.

Motivo di vanto ed orgoglio per il Fano International Film Festival 2014 è il conferimento della Medaglia di Rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a conferma della qualità e del prestigio ottenuto dalla rassegna cinematografica fanese.

Link

Cervignano Film Festival

Cervignano Film Festival - Il cinema del confine e del limite

Il film America del regista Alessandro Stevanon è stato selezionato al Cervignano Film Festival nella sezione dedicata ai documentari.

La manifestazione, in programma dal 23 al 28 settembre 2014, nasce dalla volontà di supportare la creatività dei giovani con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare le forme minori della narrazione audiovisiva e cinematografica come forme espressive particolarmente efficaci e attuali a livello mediatico, sociale e culturale.

La rassegna si sviluppa attraverso una riflessione sui (nuovi) limiti e confini linguistici, tecnici e poetici delle forme “minori” del cinema contemporaneo – cortometraggi, documentari e videoclip. Le 25 opere in concorso, scelte tra le oltre 400 che hanno partecipato alla selezione, provengono dal Belgio, dall’Italia, dall’Iran, dalla Spagna e dagli Stati Uniti. Saranno valutate da una giuria presieduta dal critico cinematografico Beatrice Fiorentino e composta dai registi Alberto Fasulo e Lorenzo Bianchini.

Link

Festival de la ville de Québec

Festival de cinéma de la ville de Québec 
(fotografia di Francois-Olivier Bouchard)

Il film America del regista Alessandro Stevanon è stato selezionato al Festival de cinéma de la ville de Québec in Canada.

Il Festival, in programma dal 18 al 28 settembre 2014, è l’evento cinematografico annuale di maggior prestigio del Québec e una delle manifestazioni di riferimento per l’industria della settima arte del Nord America.

L’edizione 2014 presenta una programmazione molto diversificata che riflette una varietà di generi, di stili e di paesi. Dal documentario politico alla commedia, passando per le web series e i film di genere. Il pubblico, dal cinefilo allo spettatore occasionale, potrà apprezzare una selezione internazionale e allargare i propri orizzonti. « Présenter une programmation accessible, faire découvrir des œuvres et des auteurs et rassembler les gens autour d’un cinéma québécois, mais aussi international est au cœur de notre travail » ha dichiarato Olivier Bilodeau, direttore della programmazione.
America farà parte delle 56 opere della sezione Nouveaux horizons che raccoglie i film che trattano tematiche inedite di registi emergenti della scena internazionale.

(fotografia di Francois-Olivier Bouchard)

Link

Sciacca Film Fest

Sciacca Film Fest

America, del regista Alessandro Stevanon, nella selezione ufficiale dello Sciacca Film Fest.

Si terrà dal 5 all’11 Settembre 2014 la settima edizione dello Sciacca Film Fest. La rassegna cinematografica, con relativo concorso, si terrà al Multisala Badia Grande della città di Sciacca in provincia di Agrigento.

Lo Sciacca Film Fest è un evento culturale che ha come obiettivo la diffusione e la valorizzazione degli artisti emergenti, con opere che mostrano le diverse realtà del mondo.

Già ufficializzata la presenza al festival di Roberto Faenza. Il regista torinese incontrerà il pubblico del festival e sarà protagonista della retrospettiva che riproporrà alcune delle sue principali opere. Cuore dello Sciacca Film Fest sarà il concorso di documentari, cortometraggi e lungometraggi. Ma ampio spazio sarà riservato alle proiezioni fuori concorso e agli eventi collaterali, con mostre, workshop, convegni, laboratori, recital, spettacoli di danza e musica dal vivo.

Link

Cervino CineMountain

Cervino Cinemountain

America del regista Alessandro Stevanon sarà il film d’apertura del Cervino CineMountain Festival. La pellicola sarà proiettata il 12 agosto alle ore 21 presso il Cinéma des Guides di Breuil-Cervinia durante la serata di presentazione della XVIIª edizione del Festival in collaborazione con Fondazione Film Commission Valle d’Aosta.

Oltre a America saranno proiettati i film Pianeta Bianco di Francesco Mattuzzi (Italia, 2014, 14 minuti) e Mezzalama maratona di ghiaccio di Angelo Poli (Italia, 2013, 45 minuti).

Ogni anno si svolge, a Breuil-Cervinia e a Valtournenche, il Cervino CineMountain Film Festival. La localizzazione geografica del Festival, a 2000 m d’altitudine, gli vale il titolo di “Festival più alto d’Europa”. Cervino CineMountain ha l’obiettivo di divulgare, valorizzare e promuovere la cinematografia di montagna attraverso una cinquantina di proiezioni raggruppate in differenti sezioni.
Fulcro della manifestazione è il Festival Concorso che si propone di selezionare il meglio della filmografia di montagna. La sua peculiarità nel panorama festivaliero di montagna è quella di riunire i film premiati nell’anno in tutti gli altri festival decretando così l’Oscar degli Oscar della montagna. Fin dall’esordio, il tema principale del Cervino CineMountain ha favorito, tra l’altro, la presentazione di temi più generali, quali il clima, l’avventura, lo sport, la cultura, la storia, ecc. La formula particolare, una sorta di “Festival dei Festival”, prevede la proiezione di film che hanno ricevuto riconoscimenti o sono stati selezionati nelle più importanti rassegne mondiali del settore. Questa scelta consente d’offrire una qualità molto elevata delle pellicole proiettate e di presentare, inoltre, testimonianze provenienti da ogni parte del mondo.

Programma e informazioni su cervinocinemountain.it

À la page presenta America

A-LA-PAGE

America, pubblicazione nata da una costola dell’omonimo film, verrà presentata venerdì 8 agosto alle ore 21.00 presso la libreria À la page (via Porta Praetoria n° 14 ad Aosta).
La serata sarà condotta da Alessandro Stevanon e Tiziano Trevisan, autori del libro edito da Testolin Editore, con la voce di Andrea Damarco che ci porterà a viaggiare tra i pensieri e le parole di Pino. Faranno inoltre da scenografia le fotografie che arricchiscono la pubblicazione realizzate da Stopdown.it (Samuel Giudice e Fabrizio Falcomatà) e da Moreno Vignolini.

Negli anni ’50 la famiglia di Giuseppe parte dalla Sicilia: il padre, maresciallo delle Guardie Carcerarie, era stato trasferito ad Aosta, piccola cittadina ai piedi delle Alpi. Giuseppe, poco più che neonato, passa la sua infanzia fra le mura di un penitenziario per poi trasferirsi con la famiglia nelle case popolari alla periferia della città. E’ un ragazzo inquieto e sensibile, ribelle e sognatore. Nel ’73 parte per gli Stati Uniti. Dopo tre anni ritorna e del sogno americano non gli resta che il soprannome affibbiatogli dagli amici del bar: Pino America. Da più di trent’anni si prende cura degli “ex ammalati” in qualità di “primario del reparto eternità”. Uno spirito anarchico a cui la vita ha tarpato le ali, ma che, grazie ai suoi sogni di bambino, continua a volare, mischiando maschera e volto, ingenuità e saggezza, arte e follia.